Come usare la casella di posta di Google Apps
  • sarà sempre possibile accedere alla propria casella <utente @majoranaorvieto.org> da qualunque browser, a casa o a scuola, seguendo il link presente sulla home page del Majorana (Google Apps>Accedi alla posta) e fornendo la stessa username e password che si utilizzano per accedere alla LAN a scuola
  • può essere comodo impostare l'inoltro automatico di tutta la posta ricevuta su <utente @majoranaorvieto.org> verso la casella personale che si utilizza normalmente: basterà seguire queste istruzioni
  • la password di accesso viene mantenuta sincronizzata con quella del dominio Majorana a scuola: ogni cambiamento fatto a scuola si riflette automaticamente su Google Apps; poiché non vale il contrario, il cambiamento di password direttamente su Google Apps è disabilitato
  • tutti gli account di posta <utente @majoranaorvieto.org> in uso a giugno 2013 con Outlook Express da dentro la LAN sono stati portati su Google Apps. Per i docenti sono stati trasferiti i vecchi messaggi, ma non la rubrica. Coloro che avessero una rubrica consistente e volessero trasferirla contattino un amministratore (De Ninno, Biancalana, Monichini, Giuffrida). Per gli studenti non sono stati trasferiti i messaggi. Chi volesse salvare qualcosa avrà la possibilità di accedere ai vecchi messaggi su Outlook Express (da dentro la LAN) fino alla fine di settembre; dopo tale termine verrà tutto cancellato per fare più utilmente spazio ai profili personali
  • Per il primo accesso è necessario accedere alla LAN a scuola, poi fare CTRL+ALT+CANC e scegliere cambia password. Verrà richiesto di immettere la vecchia password e due volte la nuova password. La nuova password può anche coincidere con la vecchia, purché sia di almeno otto caratteri e dia ancora garanzie di sicurezza: si ricorda la responsabilità personale nel mantenere la password assolutamente segreta e personale, tanto per i docenti che per gli studenti. Appena terminata la procedura si potrà accedere alla casella di posta come specificato al primo punto