GreenEnergy_thumbVenerdi 10 dicembre 2010, presso la Sala del Governatore, al Palazzo dei Sette, si terrà il convegno Greenenergy Day - Energie rinnovabili verso la sostenibilità tra nazione e territorio. Il liceo Majorana ha scelto da anni lo sviluppo sostenibile come asse formativo fondamentale e come tema di dibattito nel proprio territorio di riferimento.  Ne è testimonianza il progetto “Il Cantiere del Futuro”, che integra le diverse azioni educative e le iniziative che fanno riferimento a questo tema.

Quest’anno abbiamo voluto dedicare ad esso un’intera giornata di riflessione, con il contributo del mondo dell’università e della ricerca. Al nostro invito hanno risposto con entusiasmo e generosità, attraverso il prof. Carlo Mari, l’Università di Chieti-Pescara e l’ENEA e, attraverso il Sindaco e gli Assessori interessati, il Comune di Orvieto. GreenEnergyDayLa giornata si articola in due sessioni: nella prima, che avrà un taglio informativo ed educativo in quanto diretta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, si cercherà di fare il punto sullo stato dell'arte delle diverse fonti energetiche e soprattutto sulle attuali problematiche tecnologiche ed economiche che occorre affrontare per stilare piani energetici sostenibili sia a livello nazionale che locale; nella seconda, che è aperta ai diversi soggetti istituzionali, oltre che al mondo associativo, al mondo della produzione e delle organizzazioni sociali, verrà presentata un’esperienza di integrazione sinergica tra esigenze di sviluppo con carattere di sostenibilità ed enti territoriali. In entrambe è previsto uno spazio per il dibattito.
IL PROGRAMMA

MATTINA
Sessione dedicata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado


Saluti delle autorità
Ore 09.00 Franco Raimondo Barbabella, Dirigente Scolastico Liceo Majorana
Antonio Concina, Sindaco di Orvieto
Domenico Petruzzo, Direttore Vicario USR dell’Umbria
Presentazione dell’iniziativa
Ore 09.10 Carlo Mari, Università di Chieti-Pescara
Giuseppe De Ninno, Liceo Majorana
Interventi
Ore 09.20 Patrizia Cardillo, Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas: “Il settore energetico tra obiettivi ambientali e liberalizzazione dei mercati
Ore 09.45 Giacomo Arsuffi, ENEA: "Prospettive dell'Eolico: tecnologie e costi"
Ore 10.10 Massimo Izzi, ENEA: "Prospettive del fotovoltaico: tecnologie e costi"
Ore 10.35 coffee break
Ore 10.50 Studenti classe 5ST, L. Majorana: "Un tetto FV sulla testa"
Ore 11.00 Sergio Rapagnà, Università di Teramo: "Tecnologie innovative di trasformazione delle biomasse in energia"
Ore 11.25 Michele Anatone, Università de L'Aquila: “I biocombustibili liquidi: produzione e impieghi
Ore 11.50 Sergio Camillucci, ENEA: "Ruolo e funzioni degli Energy Managers"
Ore 12.15 Carlo Mari, Università di Chieti - Pescara: "Il piano di azione nazionale e la sostenibilità dello sviluppo delle FER"
Ore 12.40 Spazio domande e risposte
Ore 13.00 F. R. Barbabella, Liceo Majorana: "Conclusioni"


POMERIGGIO
Sessione aperta ai soggetti istituzionali, alle associazioni ambientaliste, ai soggetti sociali e alle imprese


Ore 16.00 Angelo D'Ottavio, Assessore alle politiche energetiche della Provincia di Pescara:
"Lo sviluppo del sistema energetico per la Provincia di Pescara tra innovazione e consenso sociale"
Carlo Mari, Università di Chieti – Pescara: “Polo Innovazione Energia
Ore 17.00 Interventi liberi dei soggetti invitati
Ore 18.00 Silvano Rometti, Ass.re all’Ambiente della Regione dell’Umbria: "Conclusioni"

a prima, che avrà un taglio informativo ed educativo in quanto diretta agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, si cercherà di fare il punto sullo stato dell'arte delle diverse fonti energetiche e soprattutto sulle attuali problematiche tecnologiche ed economiche che occorre affrontare per stilare piani energetici sostenibili sia a livello nazionale che locale; nella seconda, che è aperta ai diversi soggetti istituzionali, oltre che al mondo associativo, al mondo della produzione e delle organizzazioni sociali, verrà presentata un’esperienza di integrazione sinergica tra esigenze di sviluppo con carattere di sostenibilità ed enti territoriali. In entrambe è previsto uno spazio per il dibattito.