hacker0Incontro con Emanuele Gentili - di David Chiappini, 4S2
Hacker. È la parola che da ormai vent'anni schiude all'immaginazione di tutti un mondo fatto di numeri, codici cifrati e INTERconnected NETworks. Perché ovviamente è impossibile parlare di Hacking, di sicurezza informatica, senza parlare di internet. Però agli occhi di gran parte della popolazione non è veramente chiaro cosa veramente sia, o faccia un hacker.

Progetto di alfabetizzazione degli alunni stranieri

a cura della prof.ssa Maria Cristina Laurenti

Finalità e Obiettivi

Apprendimento della lingua italiana, mediante corsi di primo e secondo livello, per alunni di nazionalità straniera inseriti in questo anno scolastico.

Favorire le dinamiche di socializzazione e di integrazione degli alunni stranieri nei vari gruppi classe di appartenenza.

Obiettivi misurabili:

il corso presterà particolare attenzione alle quattro abilità di base (ascoltare, parlare, leggere e scrivere) e all’apprendimento delle strutture morfosintattiche della lingua italiana.

  • Comunicazione orale in lingua italiana.

  • Approccio alla lettura e alla scrittura.

  • Acquisizione del lessico di base vicino al quotidiano degli studenti.

  • Conoscenza e uso delle regole ortografiche essenziali della lingua italiana.

  • Conoscenza e uso delle norme fondamentali che regolano i rapporti di concordanza tra le parti del discorso.

Destinatari:

Alunni stranieri frequentanti questo Istituto nel corrente anno scolastico.

Metodologie:

In una prima fase l’attenzione sarà posta sul processo di alfabetizzazione, cioè sulla discriminazione dei suoni in italiano e sulla trascrizione degli stessi; poi si passerà a formulare parole, frasi, anche se semplici, in un processo di graduale difficoltà, che privilegi i seguenti approcci

Approccio situazionale (altamente funzionale ad affrontare anche autonomamente le stesse situazioni presentate):

  • Conversazioni e simulazioni in situazione su aspetti della vita quotidiana e scolastica; produzione di brevi testi orali e scritti corretti dal punto di vista morfologico, sintattico e fonetico.

Approccio comunicativo:

  • Utilizzo di fotografie con stimoli visivi volti soprattutto a sviluppare le attività orali e all’acquisizione degli elementi culturali.

  • Lettura e scrittura di parole e brevi testi relativi a repertori lessicali vicini al quotidiano degli alunni.

Approccio ludico:

  • Uso di cruciverba, canzoni, giochi linguistici vari.

Approccio grammaticale:

  • Esecuzione di esercizi relativi ai repertori lessicali presi in esame e di applicazione delle regole fondamentali di fonetica, morfologia e sintassi.

Ev. rapporti con altre istituzioni: nessuno

Durata

Attività previste per a.f. 2011 - 2012 e periodo:

  • Corso di italiano di primo livello per alunni stranieri frequentanti varie classi dell’Istituto nel corrente anno scolastico (20 ore nel periodo novembre-gennaio).

  • Corso di italiano di secondo livello per alunni stranieri frequentanti varie classi dell’Istituto nel corrente anno scolastico (20 ore nel periodo febbraio-aprile).

  • Attività di sostegno e mutuo aiuto gestite dagli alunni – Progetto Risorsa genitori e studenti (30 ore).

 

Risorse umane

Docenti interni

Due insegnanti (20 ore ciascuno)

Un insegnante (30 ore)

ATA: 20 ore

Il Dirigente Scolastico

(Prof. Franco Raimondo Barbabella)

 

 

 

intervista1Orientarsi per il futuro ma in maniera piacevole. Nell’ambito dell’orientamento per carriere tecnico-scientifiche, la nostra scuola ha partecipato al Progetto “Intervista con la scienza”, progetto in cui sono stati partners: Psiquadro, Sistemi Formativi Confindustria Umbria, Dipartimento UniPG e le scuole I.T.S Mazzantini, I.I.S. Calvino, ITIS Fianchetti, L.S. Majorana, L.S. Alessi, L.S. Galilei.

Il bilancio del primo anno di attività
Tra gennaio e maggio 2011 sedici studenti delle scuole superiori di Orvieto hanno iniziato un cammino di formazione per Peer Educators: gli “educatori tra pari”, acquisiranno la consapevolezza e le competenze utili per la promozione della salute e del benessere tra i loro coetanei

Al Liceo Majorana inaugurato “Punto A …”, punto d’ascolto per biblio2l’assistenza psicologica a studenti e genitori di tutte le scuole. Partirà a breve anche un corso per “Peer educator”.

Il 18 gennaio scorso è stato ufficialmente inaugurato, presso il liceo Majorana, “Punto A …”, punto d’ascolto psicologico, un servizio per gli studenti e i genitori non solo del liceo Majorana, ma di tutte le scuole secondarie di Orvieto.